fbpx
pensieroso

Vuoi smettere di regalare soldi a Just Eat e simili per acquisire clienti?

Caro imprenditore del delivery, sono Alfonso Cuccaro e mi occupo di delivery da 10 anni.
Seguo più di 200 clienti in tutta Italia.
Proprio imprenditori che fanno consegna a domicilio come te.

E quindi sono anni che studio il tuo settore e offro soluzioni ai miei clienti.

Se sei qui è perché anche tu ti stai chiedendo:
“Che senso ha continuare a cedere parte del mio incasso a queste piattaforme sanguisughe?”
“Esistono strategie per sfruttarle a mio favore?”

Facciamo un patto.

  1. Tu leggi questo articolo.
  2. Scopri quali sono gli errori che permettono alle piattaforme di dissanguarti
  3. E, mentre ti accorgi che anche tu stai commettendo questi sbagli, …
  4. Ti invio la nostra guida “Vendicati di Just Eat: rubagli clienti (come lui ruba i tuoi)!” che contiene i 5 passi per sfruttare le piattaforme sanguisughe (e smettere di essere sfruttato).

Sei d’accordo? OK. Partiamo.

Mettiamo le cose in chiaro una volta e per tutte.
Grazie a questa guida potrai trarre il massimo vantaggio da queste piattaforme.
Potrai guadagnare in termini di fatturato e in numero di clienti fidelizzati alla tua attività.

Prima però… facciamo un passo indietro…

Qual è il tuo unico ruolo come imprenditore del delivery?
“Preparare cibi meravigliosi e portarli a casa delle persone, così da poter guadagnare!”

“Grazie a graziella” … mi dirai tu… Ma a chi li porto i miei piatti se non ho clienti?”

Hai ragione … questo è un problema. Ma è un effetto del problema, non la causa.
Infatti il 90% degli imprenditori della consegna a domicilio, crede che …

  • …avere un’insegna all’ingresso del locale
  • …applicare prezzi più bassi della concorrenza.
  • …creare la propria pagina Facebook/Instagram
  • …farsi aiutare sui social dal cugino smanettone o dalla web agency di turno …

sia tutto ciò che serve. L’imprenditore crede che basti questo per avere una pioggia di clienti pronti ad ordinare tutti i giorni. Purtroppo non è così…

Per avere un locale di delivery che prosperi nel tempo, gli investimenti da fare in termini di struttura, personale, formazione e marketing sono molti. E richiedono soldi e tempo.
La verità che molti non accettano, è soltanto questa.

Nonostante questo però, voglio svelarti delle soluzioni da mettere in pratica già da oggi.
Per avere più clienti fidelizzati alla tua attività … in poco tempo.

Per farlo.. prima devo parlarti di quali sono i problemi e gli errori, che stai commettendo ogni giorno.

Inserisci i tuoi dati ed ottieni la guida gratuita


Tabella dei contenuti

Errore #1: non raccogli i dati dei clienti

Una volta che il cliente ti ha pagato, tu pensi che il tuo lavoro sia finito lì.

Non è così amico mio..

Devi raccogliere i dati dei tuoi clienti.

Tu non raccogli i dati dei tuoi clienti, così come fanno le piattaforme.
E quindi non potrai ricontattarli e provare a vendergli i tuoi prodotti ogni giorno.

L’unico modo che ti rimane per parlarci è pagare la pubblicità su Facebook.
E paghi come se non fossero tuoi clienti … ma ti sembra possibile?

Hai speso per volantini, magari hai pagato degli spot alla radio. Hai fatto sconti ed offerte di benvenuto per averli come clienti e poi, appena usciti dal tuo locale, devi ricominciare da capo!

I peggiori poi fanno delle pubblicità su facebook che invitano ad ordinare attraverso le piattaforme di delivery.
In questo modo pagano sia la pubblicità, sia la piattaforma di delivery.

Ma non basta.

Sono totalmente ignari del fatto che quando portano i clienti sulle piattaforme, oltre al loro locale, ci sono anche quelli della concorrenza, quindi magari pagano anche le sponsorizzate per far ordinare dal concorrente.

Mettiamoci d’accordo. Non è colpa tua.

Tu paghi le sponsorizzate per far ordinare sulle piattaforme, perché probabilmente ti è stato insegnato in questo modo.
Magari hai avuto a che fare con colleghi che ti hanno detto “che si è sempre fatto cosi” o altre scusanti di questo tipo.

È per questo che voglio tenderti la mano e darti finalmente un aiuto concreto.
Perciò la prima strategia che puoi attuare già da domani è: raccogli i dati di contatto del cliente.

Siccome le piattaforme ti portano nuovi clienti tutti i giorni, perché non provare a prendere da loro anche i dati di contatto?

“Ma le piattaforme mi nascondono i dati del cliente, come posso fare?”

Lo so, continua a leggere questo articolo e ti spiegherò come superare questo ostacolo.

Passiamo quindi al secondo grande errore che 3 imprenditori del delivery su 4 commettono.

L’ostacolo che impedisce loro di guadagnare di più ed avere un’azienda stabile grazie a clienti fidelizzati.

Errore #2: non scrivi ai tuoi clienti

Quando i ristoratori si alzano al mattino, sanno che per guadagnare devono fare i loro 30-40-50 (almeno) ordini giornalieri.
Non avendo però i dati di contatto usano le Ads di Facebook (o peggio i post di Facebook … che probabilmente non vedrà nessuno dei loro clienti).

Spendono per sponsorizzate su facebook senza alcuna strategia.
Spendono un sacco di soldi, nella speranza che qualcuno ordini nel loro locale.

Perciò ti chiedo…
Non sarebbe più intelligente, oltre che meno costoso, raccogliere i dati dei tuoi clienti e scrivere loro tutti i giorni con:

  • Offerte riservate
  • Promozioni straordinarie
  • Avvisandoli che è uscita la tua nuova specialità del mese, in edizione limitata?

Perciò, una volta accumulati un po’ di contatti ovviamente, devi contattare periodicamente i tuoi clienti.

Le piattaforme di delivery lo fanno tutti i giorni.

Ogni giorno tu, io e qualunque essere sulla terra, riceviamo una mail da Just Eat/Uber Eats/etc per fare un acquisto.
Perché non farlo anche tu?

Molti pensano “Ho paura di scocciare il cliente con la pubblicità”.
Il problema è che tu non sei ancora il locale di delivery di riferimento per il tuo cliente e quindi pensi di “dare fastidio”.

Facciamo un esempio.
Se ti arriva la pubblicità della tua squadra del cuore, che propone la maglia autografata del tuo centravanti preferito al prezzo di 90€ invece che 200€, come ti senti?

Provi quel “fastidio” che hai paura di generare nei tuoi clienti quando mandi una mail?
Non credo proprio! Le mail gradite e interessanti non danno fastidio.

Perciò da domani, inizia a raccogliere i dati dei clienti.
Ed ogni giorno contattali con offerte e promozioni per farli ordinare di nuovo da te.
Senza farli passare da Just Eat o simili. 
Evitando di pagare inutili commissioni.

Vedrai che i risultati che otterrai saranno nettamente superiori alle sponsorizzate su facebook.

Ecco come utilizzare in modo più intelligente e profittevole le piattaforme di delivery:

  1. Prendi in ogni modo i dati di contatto delle persone che ordinano da Just Eat;
  2. Contattali periodicamente e falli tornare da te.

Passiamo al terzo grande errore che la stragrande maggioranza dei ristoratori compie. 

Errore #3: non fidelizzi i tuoi clienti

Lo so, non possiedi una campagna a premi professionale per fidelizzare i tuoi clienti.
Molti ristoratori spesso hanno la solita “tessera a punti” dove ogni 10 ordini si ha diritto ad uno sconto, una pizza omaggio e cose così.

Tutto questo è, oltre che banale e molto diffuso in tutti i locali di delivery, anche misero agli occhi dei clienti, perché percepiscono tutto come se fosse “una questione di soldi”

Qual è l’ostacolo che frena molti imprenditori del delivery nel creare campagne a premi con regali importanti invece che con miseri buoni sconto?

L’ostacolo è un problema di mentalità imprenditoriale: il ristoratore medio pensa “che poi ci rimette”.
Una campagna di fidelizzazione professionale non si riduce al solito “Buono sconto di 10€ se spendi 100€”.
I clienti vanno seguiti, i tuoi premi dovrebbero essere in linea con la tua proposta ai clienti. Dovrebbero essere interessanti, di valore.

Non dico che sia facile. Almeno ci dovresti provare.

Quindi riassumiamo quello che abbiamo detto finora:

  1. vorresti liberarti dalla stretta che hanno le piattaforme sui tuoi margini;
  2. non raccogli nel modo e nella quantità corretta i dati dei tuoi clienti;
  3. non scrivi e non fai offerte personalizzate ai tuoi clienti;
  4. non hai una campagna di fidelizzazione che tiene i clienti incollati a te …

E allora … “se la situazione è così grave, Alfonso, come faccio a sfruttare le piattaforme (e a rubargli i clienti) invece che essere sfruttato?”

Bisogna solamente mettersi a fare le azioni giuste che gli imprenditori dei delivery di successo stanno già attuando.

Andiamo avanti.
Sei pronto a scoprire il tuo errore numero 4?

Errore #4: non fai nulla per stimolare il passaparola

Passiamo adesso al grande quarto errore che gli imprenditori di delivery commettono.
Che impedisce loro di avere i clienti fidelizzati che vorrebbero.

Se fino ad oggi non hai mai ideato un piano per portare dentro quanti più clienti possibili (e soprattutto fidelizzarli) è semplicemente perchè nessuno ti ha mai mostrato che c’è una strada “migliore” da percorrere, rispetto al:

  • Apro il locale
  • Aspetto i clienti

che è il metodo di lavoro classico che ti hanno sempre insegnato

La soluzione giusta è incentivare i tuoi clienti a parlare di te e a consigliarti ai loro conoscenti (e non attendere che lo facciano spontaneamente).
Per avere nuovi clienti grazie al passaparola i passi fondamentali sono 3:

  1. ricorda ai tuoi clienti di portarti nuovi clienti
  2. spiegagli che tipo di clienti desideri
  3. spiega quale beneficio avranno loro e i loro amici quando verranno.

E’ molto facile … eppure meno del 13% dei locali lo fanno.

E adesso veniamo alla parte più interessante di questa pagina.

Ora davanti a te si aprono nuove strade.
1) Puoi non fare niente… restare nella condizione in cui ti trovi adesso.
Puoi aspettare che i clienti piovano dal cielo come hai sempre fatto. Questo, lo sai, ti costringe ad una vita “precaria”. Sempre nel tuo locale. Sempre a trovare il modo di fare contenti i clienti, di tappare le carenze del tuo personale. Con la paura che un imprevisto possa mettere in difficoltà il tuo conto corrente. Ma è davvero così che vuoi vivere?

2) Puoi affidarti ai tanti pseudo esperti che, da quando è scoppiata la pandemia, si professano specialisti del delivery.
Il problema è che non hanno mai visto né vissuto un locale specializzato nell’asporto e nella consegna a domicilio.
La conseguenza è che ti riempirebbero la testa di inutili dettagli tecnici studiati su qualche libro invece che soluzioni ai tuoi veri problemi.
Ma davvero pensi di far decollare la tua azienda acquisendo clienti grazie a qualche ragazzino su Facebook e grazie a qualche consiglio rubato su blog di seconda categoria?

3) puoi aumentare immediatamente i tuoi incassi chiedendo ora la nostra guida “Vendicati di Just Eat: rubagli clienti (come lui ruba i tuoi)!” che contiene i 5 passi per sfruttare le piattaforme sanguisughe (e smettere di essere sfruttato).
Puoi uscire dall’incertezza e dalla frustrazione, e scoprire i tasselli che ti mancano per creare un’azienda.

E quindi ora tocca a te.
Clicca sul pulsante qui in basso e inserisci i tuoi dati, e ti spedirò i 5 passi per sfruttare piattaforme sanguisughe (e smettere di essere sfruttato).

 

Forse però è arrivato il momento di presentarmi meglio.

Io sono Alfonso Cuccaro e sono l’ideatore di Velocissimo

foto alfonso tonda

Da 10 anni a questa parte sto stravolgendo totalmente il lavoro quotidiano del delivery del cibo.
Lo sto portando ad un livello superiore. Sfruttando le più avanzate tecnologie che riusciamo a produrre.

Da 9 anni aiuto gli imprenditori del delivery a usare le piattaforme in modo più intelligente.
Lo faccio grazie alle nostre app specifiche per gli imprenditori di delivery che vogliono fare più soldi (smettendo di pagare inutili commissioni).

Per questo ti voglio dire che, in realtà, c’è una quarta scelta che puoi fare.

Puoi far crescere il tuo servizio di consegna a domicilio partendo dai tuoi già clienti.
Puoi farlo scegliendo un’app specifica per gli imprenditori di delivery che vogliono liberarsi dalle piattaforme di delivery.

Infatti un’app personalizzata del proprio locale è lo strumento migliore per portare via i clienti da Just Eat e farli tuoi per sempre.

Così da guadagnare di più e non pagare sempre inutili commissioni.

Un cliente che scarica la tua app, impegna la memoria del suo cellulare per te.
Quindi vuole fidelizzarsi davvero al tuo locale di delivery e non vede l’ora che tu lo possa coccolare.

È per questo che ho creato Velocissimo, la prima app specifica per imprenditori del delivery che vogliono liberarsi dalle piattaforme sanguisughe.

Quindi se vuoi avere più informazioni sulla nostra app Velocissimo vai all’ultima pagina della guida e contattaci

E quindi ora tocca a te.
Clicca sul pulsante qui in basso e inserisci i tuoi dati, e ti spedirò i 5 passi per sfruttare piattaforme sanguisughe (e smettere di essere sfruttato)